Benedetta Tomasello






AMAMI

Amami
quando io non t'amo

senza ragione rendimi
demente

al buio
in ogni parte di me
evanescente

sbiadito
ritorno











–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Da "La maitresse du Poète", Qanat Edizioni

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––









Benedetta Tomasello nasce a Palermo nel 1975 e fin da giovanissima lavora nell'azienda di famiglia, specializzata nella produzione di mattonelle in pasta cementizia, meglio conosciuta come cementinoGrazie al lavoro manuale, scopre la passione per la pittura, fatta di "mani in pasta". Le sue opere forniscono le direttive per un viaggio affascinante e ricco di poesia, fatte di credenze popolari, musica, canto e danza della Sicilia. Le sue opere uniscono narrazione e poesia, in un unicum letargo e stilistico che la rende inconfondibile. Ha pubblicato Buenos Aires 22 (Edizioni Libreria croce) e La parabola della gazzella, del leone e la ninna di Salomone (Estroverso editore) La maîtresse du Poète (Editore Qanat)